..: PIGNO :..

..: Home :.. ..: Chi sono :....: Foto :.. ..: Progetti :.. ..: Links :..

Castello Montjovet


Regione: Valle D'Aosta

Pronvincia: Aosta

Cos'era? Castello

 

Il castello di Saint-Germain, edificato nel medioevo dai De Mongioveto, con l'evidente funzione di controllare la strada e farsi pagare il pedaggio dai viaggiatori, passo' in seguito ai Savoia nel 1274 e infine agli Challant nel 1295. Nel 1438 Francesco di Challant cedette il castello, il borgo e la castellania di Montjovet al duca Amedeo VIII di Savoia.
 
Costruito sulla cima di un'alta roccia, a 656 metri di altitudine, e' raggiungibile solo da nord; unisce fattori naturali e opere difensive approntate dall'uomo in un complesso fortificato che e' tra i piu' originali e caratteristici della regione. Per quanto i resti attuali del castello rechino testimonianza di piu' fortificazioni successive e' chiaramente riconoscibile la sua impostazione basata sullo schema dei castelli primitivi (sec. X-XIII).
 
Il castello occupa tutta la sommita' del promontorio roccioso, che sembra cosi' tagliato dalla lunga linea orizzontale delle mura. Il lato maggiore e' interrotto al centro per permetterne l'accesso; chi entrava nel recinto delle mura dal lato nord doveva percorrere un sentiero facilmente difeso dagli spalti.
 
Al centro, la torre quadrata, alta 19 metri, conservata in tutta la sua mole e costruita intorno ai secoli X-XI, gli conferisce lo slancio verticale comune a tutti i castelli eretti sulla sommita' di un picco roccioso. La difesa vera e propria del forte era affidata al lato est, con la presenza di un bastione avanzato che spezza la linea continua del muro perimetrale.
 
Il castello offre buoni esempi di organica distribuzione di ambienti: spazi destinati al deposito di materiale bellico e ad uso residenziale, dovuti questi agli interventi degli Challant nel secolo XIV. Alle massicce mura medioevali, dotate di archi in pietra ed ampie finestre si sovrappongono gli interventi del XVI secolo, interessanti dal punto di vista architettonico, come modanature in pietra e decorazioni. Il fortilizio fu abbandonato nel 1661 e la guarnigione fu trasferita al forte di Bard.

 


- © PIGNO 2009 -